Anonima Castelli viene fondata nel 1877 da Ettore Castelli, come ebanisteria.
Dopo una graduale trasformazione, tra gli anni Sessanta e gli anni Ottanta l’azienda dà forma a uno dei progetti più vitali e innovativi al mondo, collaborando con nomi illustri del design italiano e internazionale:

Emilio Ambasz, Rodolfo Bonetto, Nilo Gioacchini, Giancarlo Piretti, Charles Pollock, F.A. Porsche, Richard Sapper, Claudio Bellini, Michele De Lucchi, Doriana e Massimiliano Fuksas, Gino Gamberini, Enzo Mari e Mario Ruiz. I suoi prodotti diventano presto iconici e saranno scelti per arredare i più importanti uffici presidenziali di banche e grandi industrie.

Anonima Castelli è sinonimo di alta qualità e di eleganza essenziale, celebrate – tra gli altri premi – da tre Compassi d’Oro ADI. Ancora oggi l’azienda è profondamente radicata nella storia del design e testimone di un patrimonio di saperi e di intuizioni.

Dal 2019, un team di giovani talenti è impegnato nella riedizione di prodotti iconici e nella progettazione di nuovi oggetti di design, capaci di restituire all’attualità quella tensione innovativa e quella freschezza contemporanea che furono i primi valori dell’azienda, proiettandole lungo nuovi spazi esplorativi.